Luserna
 

PER I GIOVANI
1.            INSEGNAMENTO DELLA LINGUA CIMBRA NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA
 La finalitàdel progetto  è di rafforzare a livello prescolare la conoscenza e l’uso del cimbro e contribuire quindi a radicare e perpetuare l’identità personale e collettiva della comunità di Luserna.
L’iniziativa, al fine di garantire la continuità didattica e culturale, coprirà i seguenti periodi:
gennaio – giugno e ottobre – dicembre 2008;
 
L’intervento dell'insegnante di lingua cimbra presso la Scuola dell'Infanzia di Luserna, avviene  per lo più in compresenza con l'insegnante che presta servizio nel plesso dalle ore 9.00 alle ore 11.30.
Pertanto in quelli che sono i momenti della giornata scolastica che i bambini affrontano in questo orario, essi si confronteranno linguisticamente con l'insegnante di sezione in italiano, mentre con l'insegnante Nicolussi Castellan Galeno Loredana in cimbro.
Nell'orario di compresenza e principalmente nelle ore previste per l'attività didattica le due insegnanti collaborano nella gestione dei bambini lavorando, in base alla programmazione stabilita, con i bambini divisi (grandi \ medio – piccoli), oppure con il gruppo completo.


Sono attivi momenti in cui i bambini si immergeranno totalmente nella lingua cimbra  nei quali si realizzano brevi spettacoli teatrali con rappresentazione di storie tratte dal libro di Bacher.


2.            PROGETTO GIOVANI
Il “progetto giovani” si pone come obiettivo il recupero dell’uso attivo della lingua cimbra tra i giovani, che tendono ad utilizzare sempre più spesso la lingua italiana o il dialetto trentino, viste le scarse occasioni d’uso della lingua madre.
Attraverso il “progetto giovani” si cercano di creare degli spazi in cui i giovani possano esprimersi in lingua cimbra e migliorarne la conoscenza arricchendo, attraverso l’uso della lingua madre, il loro vocabolario.
Le attività ludiche e culturali proposte stimolano l’utilizzo della lingua cimbra come codice principale di comunicazione e favoriscono, tramite la conoscenza delle tradizioni locali, lo sviluppo all’interno del gruppo di un senso di appartenenza alla comunità.
Allo scopo è messo a disposizione dei giovani la  SALA GIOVANI dove i giovani possono incontrarsi e stare assieme. Con l’aiuto dell’animatore/ce sono  organizzati gruppi di supporto alle attività scolastiche, momenti ludici e di aggregazione. La sala giovani è un luogo di cultura, di svago con attività organizzate volte alla comunicazione in cimbro e all’interazione sociale e culturale tra i giovani.
 
3.            COLONIA  ESTIVA CIMBRA:
E’ una delle iniziative più importanti che coinvolge i bambini in attività di gioco, escursioni e uscite sul territorio. Si tratta di una colonia diurna che impegna i più giovani per quattro settimane durante il periodo estivo. Attraverso l’apprendimento di filastrocche e canzoni e l’uso continuo della lingua madre nei giochi e nella comunicazione con compagni e animatori i giovani sono coinvolti in un vero e proprio corso intensivo di cultura e lingua cimbra.
L’edizione del 2007, ha riscosso un enorme successo, sia in termini di adesioni (36 iscritti) che di frequenza.
 
4.            BORSE DI STUDIO
Sarà offerta anche per il 2008 la possibilità a studenti residenti ed oriundi della comunità cimbra di Lusern / Luserna di usufruire delle borse di studio per la frequentazione dei corsi di tedesco presso l’Università di Innsbruck o presso una delle sedi del Goethe Institut in Germania.
 
5.            COLLABORAZIONE MART - VIDEOARTE
Continua la collaborazione con la Sezione Didattica / Area Scuola del MART con  un corso di cinematografia..
Il progetto si articola in una serie di occasioni di incontro al Mart e nella comunità di LusernaLusérn di un gruppo di bambini e gli educatori della sezione didattica. Scopo degli incontri è quello di favorire una buona integrazione reciproca in modo da produrre occasioni pubbliche di integrazione e reciproca conoscenza tra arte ed espressione linguistica arcaica.
Obiettivo del progetto è di accompagnare bambini ed adulti in un percorso di costruzione di una identità che rispetti e favorisca le differenze non annullandole ma rendendole patrimonio condiviso della comunità di appartenenza più vasta.
 

PER LE DONNE DEL TOMBOLO”- “DI KHLÖPPLBAIBAR
6.            PUBBLICAZIONE SUL TOMBOLO: RACCOLTA MATERIALE GRAFICO E TESTI
La  pubblicazione sul “Merletto Cimbro di Luserna” per raccogliere passato e presente, gettando le basi per il prossimo futuro costituisce l’occasione per recuperare un tassello importante della nostra tradizione e storia, grazie alle ultime testimonianze delle anziane del paese.
Porre in risalto una realtà femminile che viene data spesso per scontata, ma che in realtà non lo è. Un mondo semplice e silenzioso, fatto di tante occupazioni per aiutare a sostenere la famiglia integrandone l’economia: più faticose nella bella stagione, più lenta e paziente nei lunghi inverni con la produzione di pizzi e merletti. Se un tempo questi manufatti venivano soprattutto venduti per impreziosire gli abiti dell’aristocrazia od arricchire i paramenti sacri, oggi testimoniano l’abilità delle nostre donne, mantenendo inalterati fascino ed eleganza.
Descrivere il percorso fatto in questi dieci anni dal nostro gruppo: nuova linfa per mantenere, a volte con fatica, una tradizione così particolare. Partire da zero per poi, pazientemente, poter arrivare a riproporre i pizzi di un tempo, rielaborare gli antichi disegni, proporne di nuovi ed inediti, raffinare la tecnica di esecuzione. Un’evoluzione necessaria per poter tramandare con entusiasmo e rinnovamento quest’arte alle future merlettaie.
Se in paese siamo affettuosamente chiamate “le donne del tombolo”- “di khlöpplbaibar” è solo quando usciamo dal “guscio” per incontrare realtà più importanti e famose come Cantù, Offida, San Sepolcro, ecc. che ci rendiamo conto di quanto interesse ed ammirazione susciti la nostra realtà, il nostro lavoro.
 
7.            CORSO DI TOMBOLO
Prosegue  l’accompagnamento del gruppo del tombolo con un incontro al mese per il periodo invernale e la riproposizione del corso intensivo nel periodo estivo.
 
 
 

PER LA SCUOLA
8.            VALORIZZAZIONE DELLA CULTURA CIMBRA NELLE SCUOLE
il Kulturinstitut Lusérn sosterrà anche nel corso del 2008 l’iniziativa delle scuole che, al termine di un progetto didattico finalizzato alla conoscenza e valorizzazione della minoranza cimbra di Luserna, decideranno di terminare tale percorso con un soggiorno in paese.
9.            RICERCA STORICA E NARRATIVO BIOGRAFICA E INTERVENTO FORMATIVO-EDUCATIVO
 
DENOMINAZIONE INIZIATIVA: Progetto di ricerca storica e narrativo-biografica e intervento formativo-oducativo DUE SCUOLE – UNA SCUOLA - …NESSUNA SCUOLA…-
 
L'attuale situazione relativa agli alunni delle scuole elementari di Luserna inseriti ed integrati nella scuola elementare di Lavarone, le problematiche emerse con insegnanti e genitori, hanno imposto una riflessione che ha portato a proporre nell'ambito della sperimentazione di collaborazione  Kulturinstitut, Università e Mart, il tema della SCUOLA.
Il tema verrà analizzato nel contesto di un progetto interdisciplinare ed applicativo.
In particolare verranno privilegiate le indagini storica e quella psico-sociale, nonchè quella psico-pedagogica applicata.
Il progetto di ricerca verrà accompagnato da riunioni periodiche di tutto il gruppo di ricerca finalizzate alla integrazione ed al coordinamento dei diversi aspetti della ricerca a alla loro finalizzazione in termini di ricaduta positiva sia interna che esterna alla comunità di Luserna. Per ricaduta si intendono e verranno formalizzati nel corso del lavoro di coordinamento a seconda anche dei dati  e delle risorse che le due indagini di archivio (storica) e sul campo (narrativo biografica) faranno emergere le seguenti attività:
 
- mostre
- corsi di aggiornamento per insegnanti
-conferenze per la diffusione dei dati delle ricerche
-installazioni
-attività didattiche (Mart) e formative
-pubblicazione con casa editrice locale (provinciale o regionale)
La ricerca verrà attuata in prima istanza in ambito storico ed in seconda istanza in ambito socio-psicologico.
 
  

PER LO SPORTELLO LINGUISTICO
10.         INSEGNAMENTO LINGUA CIMBRA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: corsi di formazione
Nel contesto delle azioni attuate con lo scopo di promuovere l’insegnamento delle lingue di minoranza nella pubblica amministrazione si  organizzano  dei corsi per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.
L’evento formativo sarà condotto da personale formato con la supervisione ed il supporto dei linguisti
 
 
PER LA COMUNICAZIONE
11.         IL CIMBRO NELLE RADIO-TV

Salvaguardare e valorizzare la lingua cimbra

obbiettivo principale dell’attività è quello di favorire l’apprendimento e la diffusione del CIMBRO associando ai sistemi tradizionali i più moderni mezzi di comunicazione, per imparare divertendosi, per far superare alla lingua la limitata zona di espansione e consentire la conoscenza e la diffusione in altri ambiti. In altre parole, ridare a questa lingua storica l’importante ruolo della comunicazione.
Il progetto, nelle sue diverse articolazioni, prevede la collaborazione dei cittadini,  di associazioni culturali, gruppi teatrali e musicali, che potranno in tal modo utilizzare e diffondere le competenze e professionalità specifiche già acquisite nella valorizzazione di lingua e cultura cimbra.
Prevede, inoltre, rapporti con le altre minoranze linguistiche del territorio italiano e con le minoranze germanofone presenti in seno alla Comunità degli Stati Europei, al fine di scambiare esperienze e rafforzare la presenza culturale.
 
TG in lingua cimbra
 
         Media:  Emittente televisiva a diffusione locale TCA
Programmazione:     Settimanale
         Durata:                        5- 7  minuti
         Puntate:                                  n.53
Descrizione: Il progetto di valorizzazione della lingua cimbra all’interno del telegiornale si sviluppa su 3 direttrici:
 
                              Il settimanale è identificato  dal un marchio “Zimbar earde”riconducibile alla specifica comunità cimbra e dalla traduzione delle notizie in cimbro con il sistema del sottotitolo in sovrimpressione in italiano.
12.         IL CIMBRO SUL QUOTIDIANO
Il progetto prevede che periodicamente, due volte al mese, il giornale quotidiano “L’Adige” dedichi uno spazio alla lingua e cultura cimbra,  agli usi e costumi ad esse collegate, all’informazione ed attualità della comunità cimbra .
Particolare attenzione è rivolta ai lavori scientifici e divulgativi della storia e della letteratura  cimbra.
 
 
 
PER LA RICERCA
 
13.         ARCHIVIO BIOGRAFICO LINGUISTICO:ricerca  nell'area linguistica   e culturale delle comunità cimbra
L'Archivio si propone di raccogliere, inventariare, schedare, materiali biografici relativi alla storia, alla cultura e alla lingua delle popolazioni delle tre minoranze linguistiche storiche. Ciò allo scopo di non disperdere un patrimonio di sapere quotidiano e di esperienze vissute all'interno di un'area semantica ricca di significati, di credenze, ed usi che rimandano al nostro legame con l’universo linguistico culturale storico di area germanica e reto-romanza, ed alla memoria del nostro territorio..
A tal fine la creazione di un centro di ricerca in grado di osservare da vicino i fenomeni sociali che si realizzano all'interno di questo territorio può svelare le modalità di costruzione dell'identità attraverso le soggettività degli attori sociali coinvolti nel processo di trasformazione della quotidianità. Come vivono i vecchi di questi piccoli comuni? Come si tramandano le tracce linguistiche del passato cimbro, mocheno e ladino? Quali possibilità esistono che la lingua e la cultura di queste aree permeino le esperienze future? Attraverso la raccolta e l'analisi di dati empirici relativi a settori diversi del sociale, l'Archivio intende acquisire la conoscenza di queste comunità linguistiche per poterne trasmettere i valori, le credenze, i costumi, l'intreccio tra pubblico e privato, tra avvenimenti storici nazionali e culture locali, e sopra ogni altra cosa la lingua, che sia sempre più una lingua viva ed attraente! Mediante l'uso di attrezzature audiovisive si raccoglieranno storie di vita su fenomeni socio-linguistici secondo le tecniche della ricerca qualitativa avvalendosi del supporto di un docente, di collaboratori alla ricerca, di studenti e laureandi dell'Università di Trento.
 
 
 
Strumenti

Login

L'account è necessario per partecipare alle discussioni sul FORUM.





Password dimenticata?

Segnalibri

 
 
Copyright © 2009 Kulturinstitut. Tutti i diritti sono riservati.
Per informazioni contattare il webmaster.